OPUS DEI – i membri dell'opera sono medici, giornalisti, banchieri, avvocati, manager, infermieri, autisti, commessi. Lavoratori in genere di livello medio alto, inseriti in tutti i gangli della vita associata urbana. Tutti i membri anche quelli detti – SOPRANNUMERATI – che sono per lo piu' sposati e vivono in famiglia, devono giurare di consultare sempre i superiori per ogni questione sociale o professionale e di confidare anche le piu' delicate questioni intime. I NUMERATI poi, cioe' i membri interni all'organizzazione, al momento del loro ingresso devono fare testamento dei loro beni futuri in favore dell'OPERA. Fino a pochi anni fa, ma propabile che la norma sia ancora in vigore, gli – iscritti – dovevano rilasciare un attestato, firmato in bianco, che consentiva all'organizzazione di – alienare quelle proprieta' che, pur non essendo intestate all'istituto, sono pero' sottomesse alla sua potesta' e direzione – art.372.

Prevale su tutti il principio e l'obbligo del segreto. Il membro non deve parlare mai della sua appartenenza all'OPERA ne' deve rivelare i nomi degli altri iscritti, una discrezione imposta perfino nell'ambito della propria famiglia. Poche le eccezioni : i vertici della gerarchia stabiliscono quelli che possono rivelare la propria appartenenza. Per le donne vigono norme particolari che si fondano, com'e' plausibile aspettarsi in un'organizzazione rigidamente maschilista, sulla discriminazione sessuale.Tra quelle che vivono nelle residenze dell'OPUS DEI, numerose sono le – ausiliare – che svolgono mansioni logistiche : cucinano, lavano, puliscono, riordinano. In compenso sono esentate dall'obbligo penitenziale, sui sono sottoposte le consorelle di grado piu' elevato, di dormire sul tavolaccio. Lo sviluppo e l'espansione dell'OPUS DEI coincidono con gli anni della dittatura di FRANCISCO FRANCO in Spagna.

Ha scritto il – CHICAGO TRIBUNE – nel 2003 – quando il generale FRANCO vinse la guerra, ESCRIVA' allineo' il suo movimento OPUS DEI con il regime autoritario e numerosi membri occuparono posizioni strategiche nel governo. Nel 1975 per esempio, tre membri dell'OPERA divennero ministri : l'economista ALBERTO ULLASTRES CALVO – al Commercio il banchiere MARIANO NAVARRO RUBIO , al Tesoro lo scienziato LAUREANO LOPEZ RODO', segretario del ministro degli Esteri, poi ministro senza portafoglio. Nel complesso otto uomini dell'OPERA sono stati ministri nei governi del dittatore spagnolo fra il 1939 e il 1975. i numerati – circa il 20 per cento dell'opera – abitano invece nei centri dell'OPUS DEI, si impegnano a mantenere il celibato, sono disponibili per le iniziative di apostolato e la formazione degli altri fedeli della prelatura. Tutto il loro denaro escluso quanto necessario alle piccole spese personali, va al finanziamento dell'organizzazione. Per almeno due ore al giorno tranne le domeniche e i festivi, indossano il cilicio, una cinghia munita di punte, stretta attorno alla coscia. Una volta alla settimana durante la recita del PADRE NOSTRO, usano anche la – disciplina – una frusta con la quale ci si sferza la schiena. Per l'OPUS DEI infatti, i bassi istinti del corpo sono un nemico da sconfiggere e il dolore un veicolo benedetto di redenzione.

il fondatore a dirlo con chiarezza. L'OPERA controlla una vasta serie di proprieta' a carattere multinazionale un'enorme organizzazione affaristica. E' divenuta enormemente ricca attraverso le proprie societa' ausiliare : imprese economiche controllate DALL'OPUS DEI e amministrate dai suoi membri laici. L'OPUS DEI controlla giornali, periodici, case editrici, facolta' di giornalismo, agenzie stampa coinvolta nel settore del cinema e della televisione. Ad essere violate sarebbero anche le norme morali e civili relative all'uso del denaro, delle calusole contrattuali e degli obblichi fiscali. I dirigenti non evitano di concludere affari chiaramente immorali o illegali e contribuiscono a manipolare l'informazione al riguardo. L'OPERA segnata da un sistema di sfruttamento individuale, mediante l'uso aberrante degli impegni di poverta', castita' e obbedienza, che la converte in una vera e propria setta, a causa dell'alienazione della liberta' individuale in nome della cieca obbedienza. L'OPUS DEI accusata dalla stampa di tutto il mondo di essere un'organizzazione politica.

In realta', essa interessata principalmente alle classi dominanti e a chi al potere. Tramite queste, cerca di acquisire influenza politica. Ma tale influenza non implica una particolare ideologia. L'OPERA p comunque estremamente autocritica e imbevuta da idee derivate dal fascismo spagnolo e finalizzate a scopi religiosi. A unire le diverse esperienze c'e' la scelta dei sostenitori dell'OPUS di appoggiare le forze politiche piu' conservatrici anche in assenza di una linea politica ufficialmente definita. Indiscutibile comunque la forte tendenza a schierarsi con i piu' conservatori soprattutto quando sono in ballo questioni etiche come il riconoscimento delle coppie di fatto, l'eutanazia, l'aborto, la contraccezione, la procreazione assistita, l'omosessualita'. PAOLO VI rifiut' qualsiasi collaborazione con L'OPERA, mentre papa WOJTYLA gli fece arrivare la prelatura personale – nel 1983 – e successivamente santifico' il fondatore nel 2002.

l'OPERA infatti afiuto' il papa polacco ad uscire dal difficile momento dello scandalo dello IOR e sostenne con donazioni di enorme entita' la POLONIA nel periodo SOLIDARNOSC. Le fortune dell'OPERA sembrano poter continuare anche con PAPA RATZINGER il quale partecipo, quando era cardinale, alla presentazione del libro di Giuseppe Romano, OPUS DEI. In quell'occasione RATZINGER disse : il teocentrismo di ESCRIVA' DE BALAGUER coerente con le parole di GESU', vale a dire questa fiducia nel fatto che DIO non si affatto ritirato dal mondo, che DIO opera adesso e noi dobbiamo soltanto metterci a sua disposizione, essere disponibili, capaci di reagire alla sua chiamata per me un messaggio di grandissima importanza. E' un messaggio che conduce al superamento di quella che si puo' considerare la grande tentazione dei nostri tempi : la pretesa, cioe' che dopo il big bang DIO si sia ritirato dalla storia. RATZINGER ha centrato l'obiettivo – andare a scovare DIO nella storia, dovunque si trovi e con ogni mezzo.

QUANDO SEI ENTRATA NELL'OPUS DEI ?

avevo sedici anni e ho iniziato con la mortificazione corporale.

IN COSA CONSISTE ?

ovevo portare il silicio alla coscia e frustarmi con la disciplina, ovvero la frusta.

ERA UNA TUA LIBERA SCELTA ?

non una scelta o una cosa facoltativa te la chiedono espressamente, la mortificazione corporale... da quel momento in poi il mio rapporto con l'OPUS DEI era basato tutto sul senso di colpa.

UNA SPECIE DI STRUMENTO PER SOTTOMERTI ?

ti insegnano a dubitare di te stessa e della tua capacita' di giudizio e a fidarti solo di quello che ti viene dai direttori dell'OPERA. ti dimostrano quotidianamanete che senza di loro non sei una buona guida di te stessa. il motto - chi obbedisce non puo' mai sbagliare .

CHE COSA E' IL CIILICIO ?

una cintura di metallo composta da vari anelli, ognuno dei quali ha delle punte e va posizionato sulla parte superiore della coscia. si puo' regolare e stringere come si vuole, dipende ovviamente dalla genorisita' della persona se si mette stretto o largo.

E TE ERI GENEROSA ?

a me sono rimaste le cicatrice e quando sono fresche, le ferite, sono orrende da vedere.

COME E' CONCLUSO IL TUO RAPPORTO CON L'OPUS DEI ?

per depressione. da quel momento ho capito che dovevo uscirne, ma non faccile. loro avevano compreso che volevo andarmene e allora quando tornavo in camera dopo gli interrogatori mi accorgevo che l'avevano perquisita.

TI INTERROGAVANO ?

si volevano comprendere per quale motivo volevo uscire dall'OPUS DEI. cosi' mi sorvegliavano il telefono continuamente. il telefono lo srovegliava un membro del sonsiglio locale. evitarono di farmi fare le pulizie e di farmi scendere in sala da pranzo. mi portavano i pasti in camera... ero talmente terrorizzata che mi venne un tremito continuo. avevo paura che mi chiudessero in manicomio come avevano fatto con altre persone.

COME SEI RIUSCITA AD ANDARTENE ?

un giorno approfittando di un attimo di distrazione dei miei superiori, sono riuscita a chiamare il marito di una mia amica. un messaggio brevissimo nel terrore di essere scoperta. comunque riesce a capirmi e ottiene finalmente il permesso di farmi uscire.

QUINDI TI SEI SALVATA ?

prima di farmi uscire mi dissero di recarmi nella sala riunioni. MONSIGNOR ESCRIVA' comincio a camminare su e giu' agitato, rosso, furioso, dicendomi : " non parlare con nessuno ne' dell'OPUS DEI ne' di Roma... perche' se vengo a sapere che parli male dell'OPUS io, JOSEMARIA ESCRIVA' DE BALAGUER che ho in mano la stampa mondiale, ti disonoro pubblicamente ". e guardandomi negli occhi con una furia spaventosa, agitando le braccia come se volesse picchiarmi urlo' - PUTTANA PORCA !

di B.K.