LA BANDA - ALEMANNO

 

Condividi su Facebook

prima di scrivere sul SINDACO DI ROMA vorrei comunque evidenziare alcuni ORRORI commessi nella gestione precedente della capitale.

Non puoi ...VELTRONI ...mettere mani sul PIANO REGOLATORE e poi lasciare tutto questo pensando che un RUTELLI candidato – imposto - potesse vincere a man bassa le elezioni comunali.

Il PIANO REGOLATORE tra l'altro era stato modificato in termini pessimi e si sa che metterci le mani sopra significa spostare interessi soprattutto economici che poco rendono alla popolazione e molto al privato.

In quel PIANO infatti l'edilizia popolare era zero, mentre il trasformare terreni agricoli in terreni edificabili era il centro del progetto. La scusa e' stata che in quei terreni venivano costruiti SUPERMERCATI – NEGOZZI – ALBERGHI – e che questi davano lavoro, senza mai specificare pero' a chi venivano concesse le catene del commercio che poi hanno scatenato l'apoteosi a Roma quando la gestione passata ad ALEMANNO. In cambio dell'aiutino ai privati... questi dovevano mettere i soldi per la realizzazione della terza metropolitana romana, ancora tutta da finire.

RUTELLI da parte sua non era amato dal popolo della capitale, nessuno aveva dimenticato la privatizzazione della CENTRALE DEL LATTE e quella dello ZOO... oppure la privatizzazione di molti lavori del comune di Roma, che gestiti attraverso personale non APPALTATO ma assunto, costerebbero la meta' alla spesa pubblica e farebbe guadagnare all'operaio uno stipendio decente.

Fatte le dovute somme era chiara la sconfitta. Chiara anche per gli altri motivi legati ad una sottocultura che spesso si LASCIATA CORRERE fino a trasformarsi in populismo che in ITALIA trova terreno fertile proprio per i precedenti storici.

Se non si fanno queste analisi inutile candidarsi ...le sconfitte sono chiare ed evidenti. Quindi la vittoria di ALEMANNO era segnata dalle mancanze politiche di chi ha governato precedentemente la capitale e sara' chiara qualsiasi altra vittoria se come barriere si pongono sempre le soluzioni affaristiche elencate.

RECENTEMENTE qualcuno ha sottolineato alcune amicizie strane del SINDACO DI ROMA amicizie che poi sono costate a tutta la spesa pubblica, quella per la quale dobbiamo nel prossimo anno raggiungere il pareggio di bilancio per poter restare in EUROPA e si parla di 50 miliardi che nel 2012 sono ancora difficili da ottenere se non attraverso lacrime e sangue e poco sviluppo che vuol dire recessione assoluta.

Senza dovermi dilungare vorrei elencare queste amicizie di ALEMANNO che non sono solo strane ma nero su bianco hanno una storia drammatica passata e di loschi affari e trame.

MAURIZIO LATTARULO

Lattarulo un ex militante dei NAR affiliato alla BANDA DELLA MAGLIANA e soprannominato PROVOLINO. Ha scontato una pena per associazione a delinquere ed stato assunto, malgrado questo, al Comune di Roma come consulente alle politiche sociali. Il vicesindaco SVEVA BELVISO al tempo assessore, gli aveva chiesto di occuparsi del reintegro di ex detenuti. PROVOLINO successivamente si dimesso e come per magia ha aperto un ristorante. Solo per avere una concessione - licenza in merito non si sa quanto devi penare nella capitale, ma ci deve essere stato qualche benefattore di formaggio senza tagliola e PROVOLINO ora vive felice.

RICCARDO MANCINI

Principale finanziatore della campagna elettorale del sindaco e tesoriere. Amico di Massimo Carminati e amministratore di EUR-SPA. Uomo chiave dell'amministrazione di ALEMANNO, regista di molte operazioni affaristiche. Vicino ad AVANGUARDIA NAZIONALE, sodale di STEFANO DELLE CHIAIE ( accusato e scagionato da due stragi – PIAZZA FONTANA E BOLOGNA ) e ADRIANO TILGHER. Anche MANCINI stato condannato a un anno e nove mesi per violazione della legge sulle armi. Non si puo' biasimare i registi girano film western e le pistole sono utili soprattutto in certe scene.

ANTONIO LUCARELLI

Insieme a Mancini e Alemanno forma il vertice del potere del Campidoglio. Mancini ha per lungo militato nell'estrema destra. Nel 2000 era il portavoce di FORZA NUOVA il movimento fondato nel 1997 da latitanti come MASSIMO MORSELLO ex NAR e ROBERTO FIORE ex TERZA POSIZIONE. Finisce sui giornali per alcuni sit-in che esaltavano il fascista austriaco HAIDER, cortei contro i gay definiti da Mancini – pervertiti – e risse contro gli avversari politici. Tutto sommato il piu' tranquillo se pensiamo che HAIDER inciucio' con la lega, queste azioni servivano per la FUTURA PADAGNA.

STEFANO ANDRINI

anche lui 40 anni, ex NAZISKIN. Andrini stato condannato a tre anni di carcere per aver colpito a colpi di spranga due – compagni – davanti al cinema CAPRANICA. Nel 2009 il bravo sindaco lo vuole comunque a capo di AMA SERVIZI AMBIENTALI, il giusto ambientino. L'ultra' della LAZIO – non un caso neanche questo – lascia presto la poltrona regalatagli dal GRANDE SINDACO, il suo nome infatti finisce presto nell'inchiesta sulla banda di riciclatori capeggiata da GENNARO MOKBEL: Andrini viene indicato dai PM come organizzatore della candidatura di NICOLA DI GIROLAMO ex SENATORE agli ordini di MOKBEL eletto con i voti della ndrangheta. Altro che banda della magliana.

MARIO VATTANI

Partecipo' anche lui al pestaggio del CAPRANICA – ma in processo fu assolto. Nel 2008 ALEMANNO lo chiama a dirigere le relazioni internazionali e del cerimoniale del Campidoglio. Un semplice contratto di 5 anni a 500 mila euro complessivi, tra stipendio e oneri e accessori. VATTANI, figlio dell'influente diplomatico UMBERTO, dopo due anni lascia e diventa CONSOLE IN GIAPPONE. Ma anche in questo caso non finisce bene : VATTANI leader di un gruppo FASCIO ROCK... immaginiamo le musichette ad alzata di mano... chiamato – SOTTO FASCIA SEMPLICE – viene filmato mentre inneggia alla – BANDIERA NERA – durante un concerto a CASA PAUND. La FARNESINA lo richiama immediatamente in ITALIA … all'estero il DUCE non molto amato, rischiava di non vendere i dischi.

LUCIA MOKBEL

sorella di GENNARO, finisce nel mirino della procura di Roma per la vicenda dei PUNTI VERDI QUALITA' del Comune. MOKBEL avrebbe girato una tangente ad alcuni imprenditori per ottenere fideiussioni piu' ricche dal Comune. Molti lavori finanziati per milioni di euro nell'area verde della MOKBEL, pero', non sarebbero mai stati effettuati. Il marito della MOKBEL – GIANCARLO SCARROZZA ha lavorato sempre per la MONDO VERDE una SRL fondata tanti anni fa da ANTONIO LUCARELLI, anche se oggi non ha piu' nessuna quota. Il colore del fascio nero, quando si finisce nel VERDE sconfina e vengono beccati per contrasto.

GIANLUCA PONZIO

Diventa famoso per lo scandalo PARENTOPOLI che nel 2010 ha investito le municipalizzate di Roma – L'ATAC infatti chiamo' PONZIO senza PILATO a prendere delle decisioni … ex FASCISTA vicino a TERZA POSIZIONE, come nuovo manager per il SERVIZIO RELAZIONI INDUSTRIALI. Nel 1989 PONZIO fini' in galera con ANTONIO D'INZILLO altro estremista vicinissimo a MOKBEL.

FRANCESCO BIANCO

Ex affiliato ai NAR del gruppo di GIUSVA FIORAVANTI, condannato con FRANCESCA MAMBRO per la STRAGE DI BOLOGNA. Processato per rapine, aggressioni e tentato omicidio, BIANCO fu scarcerato per decorrenza dei termini. E' tornato sui giornali quando di recente stato gambizzato alla periferia di Roma. I magistrati sospettano che dietro la sparatoria ci siano questioni tra camerati con forti divergenze politiche : indiziato numero uno dell'attentato a CARLO GIANNOTTA responsabile della sede storica ACCA LARENTIA, arrestato qualche mese fa. Anche FRANCESCO BIANCO era nella lista degli assunti all'ATAC, poi ti lamenti che non passano mai alla fermata... hanno altro da fare.

MIRKO GIANNOTTA

Figlio di CARLO GIANNOTTA, nonostante l'arresto nel 2003 insieme al fratello perche' indiziato di rapine in banca e in gioiellerie, nel 2008 stato voluto al vertice dell'ufficio DECORO URBANO DEL COMUNE DI ROMA... sia mai gli sia avanzato qualche diamante.

LORIS FACCHINETTI

A lavorato anche lui in Campidoglio, ma a titolo gratuito. Ex leader di EUROPA CIVILTA' un movimento neopagano paramilitare di estrema destra fondato nel 1969. Facchinetti fermato in passato dalla polizia per reticenza nell'inchiesta sulla bomba di PIAZZA FONTANA diventato delegato nel 2010 del sindaco per – IL MEDITERRANEO -. Facchinetti ha scritto un libro LA DESTRA INVISIBILE ( come il libro ) che stato presentato recentemente da Marco Pannella e Valerio Fioravanti, un su-cessone.

CLAUDIO CORBOLOTTI

Braccio destro di LUCARELLI nella segreteria del Sindaco – CORBOLOTTI fu arrestato nel 2004 per gli scontri avvenuti fuori dallo Stadio Olimpico durante ROMA – LAZIO... livelli altissimi di cultura metropolitana.

Tutto questo non si deve ripetere, perche' Roma ha bisogno di un vero sindaco che si occupi dei cittadini. Ma se questo avvenuto anche colpa di chi non ha saputo valutare politicamente il disastro che andava ad erigere nel lasciare una gestione complessa, avviata, per perdere alle elezioni e successivamente candidare altro perdente come Rutelli. L'altra colpa a pari merito pero' va data agli elettori che non riescono mai a crescere culturalmente e quando qualcosa scricchiola tornano a votare come malattia ...l'insano populismo che da sempre attanaglia questo paese.

 

b.k